LA NOSTRA STORIA..

Siamo Suore Agostiniane del Divino Amore per opera del Cardinale Marco Antonio Barbarigo. Vescovo a Montefiascone (VT), mosso da un grande amore per Dio e per i fratelli, all’interno di una illuminata azione pastorale, il Cardinale dà vita a un grande progetto, voluto dallo Spirito, diretto, in particolare, alle fanciulle e alle donne del suo tempo. Il 13 settembre del 1705, con la prima Superiora, Madre Caterina Comaschi ed altre quattro giovani, fonda, a Montefiascone, l’Istituto del Divino Amore. Agli inizi dell’800, con l’avvento di Napoleone, il Monastero viene chiuso e le Suore sono costrette a ritornare in famiglia. Una di loro, Madre Rosalia Bussi, passata la bufera napoleonica, non ritorna al monastero di Montefiascone ma, a Roma, sostenuta dai Sommi Pontefici, dà inizio alle Scuole e agli Esercizi Spirituali per le fanciulle della Città. Da qui, l’Istituto allarga l’orizzonte e il bene si diffonde in Italia, in Perù, nelle Filippine e da pochi anni, a Corfù dove lo stesso nostro Fondatore era stato Pastore e guida. La nostra storia, che ha compiuto più di 300 anni, è ricca di fecondità spirituale, viviamo la forza e la giovinezza dello Spirito, impegnate nella Scuola, nella catechesi parrocchiale e familiare, nell’animazione liturgica, nell’accoglienza amorosa di chi vive disagi nelle case-famiglia.

“Chiamate dallo Spirito a darsi e consumarsi tutte all’Amore”  (Card. Marco Antonio Barbarigo)
Carisma, un dono per noi e per il prossimo. Ci distingue l’Amore di Dio, la “Carità” stessa della Trinità che è dono per ciascuna di noi, prima, e poi per tutti coloro che incontriamo. Tale realtà, misteriosa ma reale, forma il nostro modo di vivere, le nostre scelte, i nostri ideali, ogni nostro servizio, semplice e amoroso verso i più deboli. Ci impegniamo a rendere visibile e credibile l’amore di Dio. “le Suore del Divino Amore vivono insieme e formano una famiglia, a somiglianza di Dio che, essendo Padre, Figlio e Spirito Santo, ci rivela il tipo perfetto della comunità d’Amore”.


 Le Suore Agostiniane del Divino Amore, oggi.
All’inizio di questo nuovo secolo, vogliamo essere più attente difronte alle sfide e alle speranze del momento. Nella Chiesa e nella società, interpellate e stimolate a dare risposte coerenti ed adeguate, senza perdere la nostra specificità, ci proponiamo persone consacrate all’Amore divino, che lavorano serenamente per continuare a spargere nel mondo il “buon profumo di Cristo, non come serve sotto la legge, ma come donne libere sotto la grazia”.